Modalità di Adesione al Polo ICT

Il Polo di Innovazione è un’Associazione Temporanea di Scopo (ATS), formalmente costituita il 14 novembre 2011, a seguito dell’approvazione e co-finanziamento della proposta per la “Creazione e l’avvio di un Polo di Innovazione nel settore ICT” presentata dal Centro di Competenza ICT-SUD nell’ambito dell’”Avviso Pubblico per la costituzione e l’ampliamento dei Poli di Innovazione Regionali” di settembre 2010 (POR Calabria 2007-2013).

La fase di avvio del Polo, dal punto di vista formale, si è conclusa il 31-12-2015, ma l’attività dovrà proseguire, ai sensi dell’art. 7 del citato Avviso Pubblico, almeno per i successivi 5 anni ma anche oltre, poiché la Regione Calabria, come formalmente sancito nel vigente POR Calabria, intende avvalersi dell’azione dei Poli anche nel periodo 2014-2020 per il monitoraggio della Strategia Regionale dell’Innovazione, per i processi di concertazione e programmazione delle attività di ricerca di innovazione, nonché per stimolare e favorire l’erogazione sul territorio regionale di qualificati servizi di innovazione e trasferimento tecnologico.

La Regione Calabria, inoltre, richiede che sia possibile l’adesione ai Poli da parte di nuovi soggetti (non presenti nella fase di avvio), anche ai fini della partecipazione a nuovi Bandi, ad esempio all’Avviso di cui al decreto n° 13392 del 04/11/2016 per progetti di R&S a valere sul POR 2014-2020 che prevede meccanismi di premialità per i soggetti aggregati ai Poli di Innovazione regionale.

In ogni caso, tenuto conto che l’attività del Polo si è ormai consolidata e che, grazie alle iniziative avviate in collaborazione con Università, Centri di Ricerca locali e imprese, il Polo ICT è oggi uno dei principali punti di riferimento e aggregazione per i soggetti pubblici e privati operanti nel settore ICT in Calabria (ma non solo), risulta opportuno valorizzare gli investimenti sin qui effettuati e i risultati conseguiti e rafforzare, altresì, il ruolo del Polo quale soggetto di riferimento per la Regione Calabria nella programmazione regionale in area ICT, nonché nella definizione delle relative priorità di investimento in ricerca e innovazione. A tal fine, la nuova fase operativa del Polo ICT prevede il potenziamento dell’attuale aggregazione, attraverso il coinvolgimento di nuovi soggetti interessati a:

  1. investire in Calabria in ricerca, sviluppo e innovazione nel settore ICT;
  2. contribuire all’identificazione dei fabbisogni di ricerca e innovazione dei soggetti aggregati al Polo ICT;
  3. contribuire alla definizione della Strategia del Polo ICT;
  4. contribuire al rafforzamento del ruolo del Polo ICT nel territorio regionale.

Documentazione da presentare

In tale contesto, l’interesse all’adesione da parte di nuovi soggetti è coerente con le attuali linee strategiche del Polo stesso. Un soggetto che intende richiedere l’adesione al Polo ICT è dovrà trasmettere formalmente la richiesta di adesione, facendo pervenire, anche in forma di allegato ad un messaggio di posta certificata a cc-ict-sud@pec.cc-ict-sud.it, una lettera (la cui bozza è scaricabile QUI) indirizzata all’attenzione di Luciano Mallamaci, con la quale:

  1. formalizza e motiva la richiesta di adesione;
  2. dichiara di aver preso visione dell’Atto di Costituzione dell’Associazione Temporanea di Scopo “ATS ICT-CALABRIA” e Mandato collettivo speciale senza rappresentanza del 14-11-2011, depositato presso l’Agenzia delle Entrate, Dir. Prov. Cosenza, in data 15-11-2011 e disponibile sul sito del polo all’URL: http://poloinnovazione.cc-ict-sud.it/wp-content/uploads/2012/02/ATS1.pdf
  3. dichiara di aver preso visione del Decreto di modifica dell’Atto di costituzione del 16-12-2016, disponibile sul sito del Polo all’URL http://poloinnovazione.cc-ict-sud.it/wp-content/uploads/2017/01/Decreto-ATS-ICT-CALABRIA.pdf con il quale si estende lo scopo dell’Associazione alla partecipazione a future iniziative.
  4. si impegna a versare, in caso di eventuale accettazione della richiesta di adesione, la quota associativa annuale prevista dall’Atto di Costituzione e Mandato Collettivo. Il versamento della quota dovrà essere effettuato dopo la comunicazione di accettazione dell’adesione; la relativa ricevuta dovrà essere inoltrata a mezzo e-mail.

    Alla predetta lettera di richiesta adesione, dovranno essere allegati i seguenti documenti:

    • Presentazione Aziendale (es. brochure);
    • Scheda Sintetica Aziendale (il format è disponibile QUI);
    • Bilancio sintetico dell’ultimo esecizio;
    • Altra documentazione (opzionale) di presentazione aziendale.
    • Atto, a firma del rappresentante legale o suo delegato (allegare delega), con il quale si sottoscrive, in caso di accettazione della Richiesta di Adesione, il citato Atto di Costituzione dell’Associazione e Mandato Collettivo e il successivo Decreto di modifica (il format è disponibile QUI).
    • Copia documento di riconoscimento del rappresentante legale.

    La richiesta sarà valutata dal Soggetto Gestore del Polo ICT, cioè dal Centro di Competenza ICT-SUD, società consortile a responsabilità limitata, senza fini di lucro. È opportuno precisare che, l’adesione al Polo di Innovazione non comporta, ovviamente, la partecipazione al Centro di Competenza ICT-SUD. Per diventare soci di ICT-SUD è necessario sottoscrivere quote del relativo capitale sociale. In caso di interesse, si prega di inoltrare separata richiesta di informazioni.

    In caso di accettazione di una richiesta di adesione, il nuovo soggetto diventa membro dell’Associazione ICT-Calabria dopo avere effettuato il pagamento (non previsto per Università e Enti di ricerca pubblici) della quota associativa annuale entro i termini fissati dal Soggetto Gestore. Il Soggetto Gestore provvede altresì ad aggiornare l’apposito “Registro dei Soggetti aggregati al Polo di Innovazione ICT-Calabria”.

    I membri dell’Associazione non in regola con il pagamento periodico delle quote annuali sono considerati temporaneamente sospesi dall’Associazione. La riammissione di un soggetto sospeso può avvenire solo dopo il versamento di tutte le quote annuali non versate ed, eventualmente, degli interessi di mora.

    L’importo della quota associativa, i tempi e le modalità di versamento della quota stessa, sono illustrati in dettaglio QUI (cliccare).

 

Comments are closed.

%d bloggers like this: